Autore: Redazione

Diario di una schiappa, amicizia e bullismo a La Ribalta

Ritornano le Piccole Emozioni

Pronti ad una nuova e avvincente storia da Piccole Emozioni? Noi sì e vi invitiamo tutti al Teatro La Ribalta di Salerno.

L’appuntamento, anzi i tre appuntamenti sono per domenica, 20 marzo, alle 11:00 – 17:00 – 19:00. Tre repliche che racconteranno a grandi e piccini la storia di Greg e Rowley, sul palco ci sarà la Compagnia teatrale La Ribalta con “Diario di una schiappa”, spettacolo scritto e diretto da Valentina Mustaro e liberamente tratto dal libro di Jeff Kinney.

La storia

Greg è, uno studente un po’ sfortunato che deve affrontare la scuola media con il suo migliore amico e compagno Rowley.  I due cercano di passare il tempo in modo originale e divertente sfuggendo da bulli e andando in giro per il quartiere, ma molte sfide li attendono.  

Lo spettacolo tratta del tema dell’amicizia, ma anche del rapporto con i genitori, con i fratelli, e soprattutto del delicato tema del bullismo.

“È uno spettacolo leggero, che si rivolge ad un pubblico di bambini e famiglie, scritto con l’intento di ironizzare su alcune problematiche adolescenziali – afferma l’autrice Mustaro – ma al tempo stesso di far riflettere sulle difficoltà che i ragazzi incontrano lungo il proprio percorso di crescita e autoaffermazione”.  

In scena ci saranno: Dominique Barra, Antonio Carmando, Michele Cicchetti ed Elena Pagano.

Costo biglietto: 6€
Prenota qui: https://www.teatrolaribaltasalerno.it/botteghino-online/
Per info: 089 9958245329 2167636

IL CATALOGO 13 Marzo 2022 – ore 19 – Prenota ora

Regia di Imma Pagano

— Costo Aperitivo + spettacolo euro 10 — PRENOTA QUI —

Acquisti ora e paghi direttamente al botteghino.

Spettacolo ore 19

    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    • 6
    • 7
    • 8
    • NON DISP
    • NON DISP
    • 9
    • 10
    • 11
    • 12
    • 13
    • 14
    • 15
    • 16
    • NON DISP
    • NON DISP
    • 17
    • 18
    • 19
    • 20
    • 21
    • 22
    • 23
    • 24
    • NON DISP
    • NON DISP
    • 25
    • 26
    • 27
    • 28
    • 29
    • 30
    • 31
    • 32
    • NON DISP
    • NON DISP
    • 33
    • 34
    • 35
    • 36
    • 37
    • 38
    • 39
    • 40
    • NON DISP
    • NON DISP
    • 41
    • 42
    • 43
    • 44
    • 45
    • 46
    • 47
    • 48
    • 49
    • 50
    • 51
    • 52
    • 53
    • 54
    • 55
    • 56
    • 57
    • 58
    • 59
    • 60
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00

Carrello

Il carrello sarà rilasciato tra:

# Nome Prezzo
Non ci sono prenotazioni nel carrello.
Prezzo totale €0.00

I campi con * sono obbligatori.

Only digits, e.g. 15417543010

Per favore aggiungi almeno un posto al carrello.

IL CATALOGO 12 Marzo 2022 – ore 21 – Prenota ora

Regia di Imma Pagano

— Costo Aperitivo + spettacolo euro 10 — PRENOTA QUI —

Acquisti ora e paghi direttamente al botteghino.

Spettacolo ore 21

    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    • 6
    • 7
    • 8
    • NON DISP
    • NON DISP
    • 9
    • 10
    • 11
    • 12
    • 13
    • 14
    • 15
    • 16
    • NON DISP
    • NON DISP
    • 17
    • 18
    • 19
    • 20
    • 21
    • 22
    • 23
    • 24
    • NON DISP
    • NON DISP
    • 25
    • 26
    • 27
    • 28
    • 29
    • 30
    • 31
    • 32
    • NON DISP
    • NON DISP
    • 33
    • 34
    • 35
    • 36
    • 37
    • 38
    • 39
    • 40
    • NON DISP
    • NON DISP
    • 41
    • 42
    • 43
    • 44
    • 45
    • 46
    • 47
    • 48
    • 49
    • 50
    • 51
    • 52
    • 53
    • 54
    • 55
    • 56
    • 57
    • 58
    • 59
    • 60
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Prenotato
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €0.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00
Stato: Disponibile
Prezzo: €10.00

Carrello

Il carrello sarà rilasciato tra:

# Nome Prezzo
Non ci sono prenotazioni nel carrello.
Prezzo totale €0.00

I campi con * sono obbligatori.

Only digits, e.g. 15417543010

Per favore aggiungi almeno un posto al carrello.

Giornata mondiale della Commedia dell’Arte, La Ribalta c’è

Come ogni anno il 25 febbraio si celebra la Giornata mondiale della Commedia dell’Arte, una forma di spettacolo tanto cara al Teatro La Ribalta di Salerno che da anni ormai prova a riscoprire la bellezza e le tecniche di questa tradizione con workshop, laboratori e spettacoli ad hoc.

Le iniziative in programma

Anche quest’anno non mancheranno iniziative per omaggiare la ricorrenza. Difatti, le date del 25 e del 26 febbraio saranno dedicate a seminari di studio e approfondimento a cura di Valentina Mustaro, insegnante e regista. Per venerdì, 25 febbraio, l’appuntamento sarà doppio: alle 17:30 presso la scuola Polo delle Arti di Salerno e alle 19:30 presso il Centro Sociale di Pagani. Mentre per sabato, 26 febbraio, la location di riferimento sarà proprio il Teatro La Ribalta di Salerno (via S. Calenda, 98) con un focus intensivo di tre ore, dalle 18:00 alle 21:00.

Lu cunto de li Cunti – 27 febbraio alle 19:00

Ma non finisce qui, perché per chi vuole solo accomodarsi e godersi la bellezza della Commedia dell’Arte c’è la possibilità di assistere allo spettacolo “Lu Cunto de li Cunti” per la regia di Valentina Mustaro. Lo spettacolo chiuderà il fine settimana dedicato e andrà, quindi, in scena domenica, 27 febbraio, alle 19:00.

Il lavoro parte da un’attenta rilettura e rielaborazione del testo di Giambattista Basile, la famosa raccolta di storie e fiabe della tradizione popolare. Sul palco ci saranno Antonio Carmando, Michele Cicchetti, Valentina Mustaro, Elena Pagano con la partecipazione straordinaria di Utungo Tabasumu. Il Focus dello spettacolo sarà proprio sulla cornice narrativa del romanzo che rappresenta il “racconto dei racconti” poiché contiene in sé il motore di tutte le storie ed evidenzia l’importanza del narrare e della sua funzione catartica. “Come sostiene il Principe quando emana il bando – spiega la regista – solo attraverso il raccontare si può superare gli affanni dalla vita quotidiana, liberarsi dai pensieri fastidiosi e vivere in eterno, tramandano quei racconti di persona in persona”.

Insomma, se volete festeggiare la Giornata mondiale della Commedia dell’Arte o semplicemente scoprire di più su questa tradizione non mancate.

Per info e prenotazioni: 329 216 7636 – 089 9958245 – www.teatrolaribaltasalerno.it

Il Vestito nuovo dell’Imperatore

Due su due, seconda settimana dedicata alle Piccole Emozioni. Si raddoppia con Crescere insieme oltre il Teatro che porta sul palco della struttura in via S. Calenda, 98 lo spettacolo dal titolo Il Vestito nuovo dell’Imperatore. Le repliche in programma sono tre: 11,00 – 17,00 – 19,00.

Lo spettacolo è tratto dalla favola di Andersen con un libero adattamento della regista Clotilde Grisolia che ha dedicato questo spettacolo interamente a Gianni Rodari. Infatti, Rodari è proprio presente sulla scena e come per magia le favole e i personaggi che lui racconta prendono vita; è uno spettacolo tutto in rima, un atto unico ricco di emozioni.

“Vi aspettiamo a teatro per ridere e sognare insieme. – afferma la regista – Sarà un viaggio nella fantasia, un sogno fra imperatori, cortigiani, paggi, tessitori e ciambellani. Questo gruppo di giovanissimi e giovanissime sta lavorando affinché questo gruppo diventi una compagnia stabile e possa presentare i vari spettacoli a rassegne e festival”.

Ticket online • https://bit.ly/3AwwWWj

La Ribalta porta i più piccoli alla riscoperta delle Fiabe della tradizione

Cari bambini e bambine, è tempo di ritornare a teatro! Domenica, 13 febbraio, in tre appuntamenti (11,00 – 17,00 – 19,00) ritornano le PICCOLE EMOZIONI con FIABE DELLA TRADIZIONE della Compagnia La Ribalta.
“Fiabe della tradizione” è uno spettacolo per piccoli spettatori, per la regia di Valentina Mustaro e ispirato al libro di Daniela Pastore e Tonino Scala. Un libro per bambini che raccoglie fiabe del nostro territorio, quindi della tradizione Campana.
Antonio Carmando e la stessa regista Mustaro hanno selezionato 4 di queste fiabe, riadattandole in un’opera teatrale. A scatenare la magia della scena sarà un’anziana signora, che con il suo semplice raccontare darà il via alla trasformazione del palcoscenico in una serie di posti unici, luoghi dell’immaginazione fatti di personaggi, colori ed emozioni.
La vecchia signora rappresenta, ovviamente, la tradizione e non perderà occasione per invitare i piccoli a raccontare a loro volta queste fiabe. Così, da tramandare questo patrimonio culturale di generazione in generazione. Un ruolo attivo dei piccoli che parte da un esercizio di fantasia e approda alla riscoperta delle radici.
Sul palco ci saranno gli autori dello spettacolo teatrale accompagnati da Dominique Barra ed Elena Pagano.

CLICCA QUI per prenotare

Covid, stop agli spettacoli di Gennaio

A malincuore ma con grande responsabilità, prendiamo atto dell’esponenziale crescita dei contagi e per questo motivo optiamo per il rinvio delle date previste per il mese di Gennaio. Non ci sono, invece, variazioni per le classi di Laboratorio.

Speriamo di rivedere la sala quanto prima. Restate connessi sulle nostre pagine per essere informati sulle date aggiornate.

Il disobbediente, la storia di Giuseppe

Domenica, 19 dicembre, alle 17.00 ritornano le Piccole Emozioni al Teatro La Ribalta di Salerno.
Sul palco ci sarà la libroteca Saremo Alberi per presentare Il Disobbediente – storia di Giuseppe, uno spettacolo di narrazione che racconta la storia del famoso falegname del Vangelo.

“Uno spettacolo che ripercorre la figura di un padre che si ritrova ad avere un figlio così importante. – spiega Francesco Cicale, membro di Saremo Alberi – Partiremo da un falegname giovane, quello che non viene raccontato dai Vangeli: un Giuseppe che ama e che sogna come qualsiasi ragazzo, una storia che lo rende umano e più vicino a noi. Grazie a lui, alla sua bellezza e alla sua leggerezza, scopriremo quanto sia importante ascoltare la voce del cuore.”

Insomma, una grande sinergia quella tra La Ribalta e Saremo Alberi che si rinnova anche in questa nuova stagione teatrale.

CLICCA QUI per prenotare!

“Lu cunto de li cunti” per un weekend da Commedia dell’Arte

Quinto appuntamento con la rassegna I Diversi Volti del Teatro

Nuovi appuntamenti per la rassegna “I Diversi Volti del Teatro”. Il prossimo fine settimana, 11 e 12 dicembre, ritorna la Commedia dell’Arte al Teatro La Ribalta di Salerno con “Lu Cunto de li Cunti”. Lo spettacolo di Valentina Mustaro parte da un’attenta rilettura e rielaborazione del testo di Giambattista Basile, la famosa raccolta di storie e fiabe della tradizione popolare. La Compagnia La Ribalta porterà sul palco Antonio Carmando, Michele Cicchetti, Valentina Mustaro, Elena Pagano e la partecipazione straordinaria di Utungo Tabasumu.

Note di regia

La versione dello spettacolo scritta dalla regista Valentina Mustaro è ambientata in un cantiere aperto, un vicolo di un quartiere popolare, in un tempo imprecisato. Elementi moderni e passati convivono insieme sulla scena: una scala d’acciaio, un trabattello, secchi di pittura, di plastica, scope, bidoni. Tutto a rappresentare un ambiente in costruzione ma trasmettono anche un senso di abbandono e di solitudine. Giunge in questo luogo, come un deus ex machina, una maschera, un attore, che tenta di richiamare l’attenzione della gente ma resta amaramente deluso nel trovare la strada stranamente silenziosa e vuota. Decide quindi di recitare un monologo, il testo del bando emanato dal Principe di Camporotondo, il quale si dice sia alla ricerca delle donne più chiacchierone per raccontare le storie del popolo alla principessa nei 4-5 giorni che la separano dal parto. Il monologo della maschera è lanciato come un’esca alla quale abbocca pian piano la gente del vicolo, che inizia a passarsi la voce, a scendere in piazza e a riportare in vita i detti, le storie della tradizione, mettendo in piazza i propri panni, le vesti, gli indumenti e utilizzandoli poi in un gioco di metateatro nel quale il popolo è narratore e attore allo stesso tempo. Lo stile della messa in scena è quello tipico della commedia dell’arte: i personaggi indossano maschere, adoperano diversi dialetti, compiono lazzi e trovate acrobatiche, ironizzato sulla storia e spesso la stravolgono ponendosi sempre a metà tra il passato e il moderno. Infine, la regista sceglie di chiudere lo spettacolo così come è iniziato, secondo uno schema circolare, che è un chiaro riferimento alla circolarità dell’opera stessa, ma con la differenza che alla fine della rappresentazione la scena non sarà più abbandonata e silenziosa; bensì sarà di contro una scena viva poiché grazie al raccontare “si spaurano gli affanni, si da sfratto ai momenti fastidiosi e s’allonga la vita”.  Così la “maschera”, l’attore, può allontanarsi contenta vedendo come adesso la gente sia rinata e in piena energia, pronta a riprendere a raccontare “Lu cunto de li cunti”.

Sinossi spettacolo “Lu cunto de lu cunti”

La famosa raccolta di storie e fiabe della tradizione polare che porta la firma di Giambattista Basile, detta anche Pentamerone poiché tramanda 50 racconti. La cornice narrativa costituisce il primo di questi racconti, da cui scaturiscono gli altri quarantanove; alla fine, con l’ultima fiaba, si ritorna alla vicenda principale, che ritrova la sua conclusione.

Il racconto della cornice, infatti, narra la vicenda della principessa Lucrezia, detta Zoza, che si trova nella condizione di non riuscire più a ridere. Invano il padre si sforza di strapparle un sorriso, facendo venire a corte una gran quantità di saltimbanchi, buffoni e uomini di spettacolo: Zoza non riesce ad uscire dal suo perenne stato di malinconia. Un giorno, però, mentre si trova affacciata alla finestra della sua stanza, scoppia a ridere allorquando vede una vecchia cadere e poi compiere un gesto osceno di rivalsa e di protesta. La vecchia si vendica della risata della giovane principessa con una maledizione: Zoza potrà sposarsi solo con Tadeo, un principe che a causa di un incantesimo giace in un sepolcro in uno stato di morte apparente, e che riuscirà a svegliarsi solo se una fanciulla riuscirà a riempire in tre giorni un’anfora con le sue lacrime. Zoza inizia l’impresa; l’anfora è quasi colma quando ella, stremata dalla fatica, si addormenta. È allora che una schiava moresca si sostituisce a lei, versando le ultime lacrime in modo da svegliare il principe, e si fa sposare. Zoza, però, riesce a infondere nella schiava il desiderio di ascoltare fiabe, e dà l’incarico a dieci ripugnanti vecchie di narrare una novella ciascuna al giorno, per cinque giorni. Alla fine, Zoza si sostituisce all’ultima novellatrice, raccontando la propria storia come ultima novella. Così il principe viene a conoscenza dell’inganno che gli è stato teso, condanna a morte la schiava moresca e sposa Zoza.

Il Focus dello spettacolo è proprio sulla cornice narrativa del romanzo che rappresenta il “racconto dei racconti” poiché contiene in sé il motore di tutte le storie ed evidenzia l’importanza del narrare e della sua funzione catartica. Come sostiene il Principe quando emana il bando: solo attraverso il raccontare si può superare gli affanni dalla vita quotidiana, liberarsi dai pensieri fastidiosi e vivere in eterno, tramandano quei racconti di persona in persona.

Il biglietto, come è ormai consuetudine, è prenotabile sul sito ufficiale del Teatro La Ribalta di Salerno (https://www.teatrolaribaltasalerno.it/botteghino-online/).