Categoria: Spettacoli

Gli ALLIEVI 2019/20 finalmente in scena!

Per gli ormai celebri impedimenti dovuti al COVID-19, le classi dell’anno accademico 2019/20 non hanno potuto presentare i rispettivi saggi finali, un passo fondamentale e una gratificazione che non vogliamo certo negare ai nostri giovani attori. Quindi, nei due weekend indicati 24-25 ottobre e 7-8 novembre le classi PRINCIPIANTI e INTERMEDIO, guidate dall’insegnante Valentina Mustaro, presenteranno rispettivamente CIECHI…SIAMO TUTTI CIECHI! e LA SCUOLA DELLE MOGLI.

Per info 329 216 7636 – 089 9958245

Le Piccole Emozioni ripartono IN FONDO AL MAR

Dopo i laboratori e I Diversi Volti del Teatro, è pronta a tornare anche la rassegna salernitana dedicata ai bambini e alle famiglie. Domenica, 18 ottobre, al Teatro LA Ribalta di Salerno si parte con IN FONDO AL MAR (tre repliche: alle 11.00, 17.00 e 19.00).La storia è liberamente tratta da La Sirenetta, la fiaba di Hans Christian Andersen e vedrà la regia di Valentina Mustaro.

Sinossi

Ariel una Sirenetta Ariel è una giovane sirena figlia di re Tritone, sovrano della città subacquea di Atlantica, re burbero ma dolce e protettivo nei confronti della figlia.
La sirenetta ha un carattere forte e avventuroso, che a volte la porta a trovarsi nei guai, dai quali riesce sempre a venir fuori grazie anche al suo amico, il pesciolino Flounder e al granchio Sebastian. Da sempre la passione più grande di Ariel è lo studio degli umani e la raccolta di oggetti del loro mondo, che colleziona nonostante i divieti di suo padre. Un giorno spinta proprio dalla curiosità, assiste al naufragio di una nave e salva la vita a un giovane ragazzo, il principe Eric; tra i due è subito amore, ma il principe ricorda solo il suono melodioso della sua voce.
Decisa a voler diventare umana per tornare dal ragazzo salvato, la sirena si rivolge a Ursula, strega del mare che vuole vendicarsi di Tritone perché esiliata da palazzo. Ursula stringe un contratto con Ariel dicendole che, in cambio della sua voce, la farà diventare umana per tre giorni; se riuscirà a farsi baciare dal principe entro lo scadere dei termini diventerà definitivamente umana. Ariel non sa però che in caso contrario, sarà per sempre un’anima persa sotto il controllo di Ursula. Giunta a castello Ariel, senza più voce, non riesce a farsi riconoscere dal principe, che comunque l’ accoglie e stringe con lei un forte legame, senza però baciarla mai. Interviene anche Ursula che si trasforma in una bella ragazza con la voce di Ariel per indurre il principe a sposare lei e non la sirena, ma il piano viene sventato. Tritone nel frattempo, venuto a sapere del pericolo che corre la figlia, si offre al suo posto lasciando il proprio regno a Ursula; questa tenta di uccidere Ariel ed Eric con il tridente di Tritone, ma nel combattimento è lei stessa a morire, liberando così Tritone dal suo incantesimo. Il re, convinto ora dell’amore tra Ariel ed Eric, decide di donare alla sirenetta due gambe umane per coronare il suo sogno; musiche, colori, balletti e ambientazione da favola, per un lavoro tutto da gustare.

Per info e prenotazioni: 089 9958245 – 329 216 7636

Per restare sempre aggiornati su tutte le novità, ma anche avere informazioni sugli orari dei singoli spettacoli, la disponibilità dei posti e gli abbonamenti potete consultare la nostra pagina Facebook ufficiale (Teatro La Ribalta di Salerno)

Si riparte con IO… NON SO NISCIUN

Pronti ad inaugurare la stagione 2020/21 con la rassegna I DIVERSI VOLTI DEL TEATRO. Il primo spettacolo proposto dalla Compagnia La Ribalta sarà IO… NON SO NISCIUN, scritto dalla regista Valentina Mustaro e liberamente ispirato al teatro Eduardiano.
“Qui sulla terra… c’è tanta gente che il bene se lo butta per la faccia, che non guarda se spende dieci o mille, che se spende mille, nel momento stesso che le ha spese, non ci pensa più. Allora…se io tolgo cinquecento a quello che spende mille, quale è il male che gli faccio? Io ho rubato…così senza orientamento, alla “come succede”, ma…[dice rivolto alla statua del santo della piazzetta] se voi mi fate incontrare sulla mia strada persone come quelle che vi ho detto prima, io posso prendere da loro quello che mi serve senza avere nessuno scrupolo di coscienza”.

Acquista il tuo biglietto online: www.teatrolaribaltasalerno.it/botteghino-online/
Per info e prenotazioni: 089 9958245 – 329 216 7636

Per restare sempre aggiornati su tutte le novità, ma anche avere informazioni sugli orari dei singoli spettacoli, la disponibilità dei posti e gli abbonamenti potete consultare la nostra pagina Facebook ufficiale (Teatro La Ribalta di Salerno)

Open Days, vieni a scoprire un nuovo mondo

Il Teatro La Ribalta si prepara alla ripartenza con speciali Open Days in occasione della ripresa delle attività ma soprattutto in occasione dei festeggiamenti per il 20° anno di attività dell’Associazione.

Quest’anno le occasioni per conoscere le iniziative della struttura saranno molteplici: dal 26 Settembre al 4 Ottobre, infatti, si susseguiranno performance e lezioni aperte (tutto in forma GRATUITA ma con OBBLIGO di PRENOTAZIONE).

Di seguito calendario lezioni aperte:
GIOCODANZA: Lunedi 28 alle ore 17 oppure alle ore 18;
LUDOTEATRO : Martedi 29 settembre alle 17:30 oppure alle 18.30;
LABORATORIO BAMBINI: Mercoledì 30 settembre alle 18:30;
CORSO DI TEATRO Adulti: Mercoledì 30 settembre ore 21:00;

Mentre per assistere agli spettacoli bisogna fare riferimento alle seguenti date:
26 Settembre dalle 16 alle 20 con Olaf racconta: il Dono di Elsa (inizio spettacoli ogni 30 minuti).
03 Ottobre dalle 16 alle 20 con Belle e la vera storia di una Bestia (inizio spettacoli ogni 30 minuti).
04 Ottobre alle 19 e alle 21 c’è RESILIENZA… URLA TEATRO! una raccolta di monologhi, poesie e testi sulla resistenza.

Per restare sempre aggiornati su tutte le novità, ma anche avere informazioni sugli orari dei singoli spettacoli, la disponibilità dei posti e gli abbonamenti potete consultare la nostra pagina Facebook ufficiale (Teatro La Ribalta di Salerno) oppure chiamare al numero 329 2167636.

La Ribalta 2020/21: tutto quello che c’è da sapere

Tutto pronto per l’apertura ufficiale della stagione teatrale 2020/21 del Teatro La Ribalta che porta la firma della direttrice artistica Valentina Mustaro. Un anno speciale non solo per la resilienza dimostrata ma anche e soprattutto perché l’Associazione Culturale La Ribalta festeggia i suoi 20 anni di attività. Di questi venti, ben nove hanno interessato la gestione della struttura situata in via Salvatore Calenda, 98. Un impianto in autofinanziamento che esiste grazie alla determinazione e all’impegno dei soci. La Ribalta ha lo scopo di promuovere la conoscenza del teatro in ogni sua forma e di avvicinare anche le nuove generazioni a questo mondo attraverso workshop, incontri, conferenze e corsi di formazione. 

Riconfermata, quindi, anche la struttura artistica dello scorso anno: diciasette spettacoli, suddivisi ed organizzati in due cartelloni differenti.

La prima certezza è sicuramente rappresentata dalla rassegna I Diversi Volti del Teatro, nata con l’intento di racchiudere il Teatro nelle sue diverse forme di spettacolo: dal musical alla commedia, dal dramma al cabaret passando per la pantomima. Il cartellone si suddivide in nove spettacoli (di cui 2 di recupero dalla stagione 2019/2020 che, causa COVID, non sono stati messi in scena); La partenza e la chiusura sono affidate alla compagnia stabile del teatro, rispettivamente il 9 ottobre con Io… non so nisciun! e il 6 giugno con Città abbandonata. Oltre questi due spettacoli la compagnia La Ribalta proporrà La Mandragola (in chiave Commedia dell’Arte. Spazio poi a Crescendo insieme oltre il teatro con Il Pigmalione di Napoli testo di Clotilde Grisolia e Gianpiero Giordano, La nuova officina con Ad un passo dal sì (regia di Nanà Delle Donne), Educarteatrando con l’opera di Pirandello L’innesto (regia di Antonio Caponigro), Amici a Teatro con Alla scoperta del Principe della risata (regia di Alfonso Giannattasio) un omaggio a Totò. A seguire da Napoli c’è la compagnia i Matt…Attori con una commedia inedita Impronte digitali scritta e diretta da Thomas Mugnano. Spazio anche alla capitale con Post-it 33 e Il pomo della discordia, commedia farsesca di Salvatore Riggi e produzione di Bernardino De Bernardis.

Riconfermata anche Piccole emozioni, la punta di diamante de La Ribalta, che anche per questo nuovo anno proverà a far sognare i più piccoli con otto appuntamenti, che viste le numerose richieste saranno composti da tre repliche. La kermesse, acclamata da numerose famiglie della nostra città, vedrà la piena collaborazione della libroteca Saremo Alberi, che oltre a garantire uno spettacolo in cartellone, continuerà ad offrire al pubblico un pre-show con letture animate e momenti di intrattenimento. Tra le novità di quest’anno troviamo la partecipazione al cartellone della compagnia La cantina delle Arti con Policinella giù la maschera La Bottega di Will con Giochiamo con la Fantasia. Fondamentale la partecipazione della ludoteca Baby Planet, che ha creduto ancora una volta nel progetto confermandosi partner ufficiale di Piccole Emozioni.

Accanto ai diversi cartelloni sopra indicati, il teatro La Ribalta da anni da ampio spazio alla scuola di teatro e alla formazione artistica attraverso i corsi di teatro suddivisi per età (Ludoteatro dedicato ai bambini dai 3 ai 7 anni; corso di teatro ragazzi per bambini dagli 8 ai 12 anni; corso di teatro adolescenti per ragazzi dai 14 ai 17 anni e naturalmente la scuola di teatro per Adulti, suddiviso in principianti e avanzato). I corsi sono finalizzati all’ingresso di nuovi attori in compagnia e sono curati dalla stessa Valentina Mustaro, che grazie alla sua preparazione riesce da anni ad unire l’aspetto pedagogico dell’arte con quello formativo del teatro, attraverso lo studio di sé stessi, dei propri limiti, delle proprie emozioni e capacità; formando così attori consapevoli di sé e preparati ai diversi ruoli da interpretare. Inoltre, ad affiancare le attività di formazione teatrale, avremo il piacere di ospitare Annabella Marotta e Francesco Ruocco, rispettivamente con laboratori di “Danza” e lezioni di “Canto e Tecnica vocale” (metodo “FREE VOICE SYSTEM”).

Non mancheranno anche workshop e masterclass, ricordiamo che negli anni scorso il Teatro La Ribalta ha potuto vantare la presenza di Maestri del calibro di Michele MonettaClaudio Spadola Gary Brackett.

Chiudiamo ricordando il prossimo appuntamento: gli Open Days che vedranno protagonista la struttura dal 26 Settembre al 4 Ottobre. Un intero periodo di performance e lezioni aperte, dove sarà possibile conoscere e assistere alle numerose attività e visitare la nostra struttura, tutto in forma gratuita (ricordiamo che causa Covid è obbligatoria anche in questo caso la prenotazione).

Insomma, più che stagione teatrale è giusto parlare di ESPERIENZA ARTISTICA vista la vastità dell’offerta e la capacità di immersione all’interno di un mondo che continuamente ricerca la bellezza dell’espressione.

Per restare sempre aggiornati su tutte le novità, ma anche avere informazioni sugli orari dei singoli spettacoli, la disponibilità dei posti e gli abbonamenti potete consultare la nostra pagina Facebook ufficiale (Teatro La Ribalta di Salerno) oppure chiamare al numero 329 2167636.

#TeatroADistanza: La Ribalta a casa tua!

Il periodo di difficoltà vissuto durante il lock-down ci ha costretto a fare i conti con il non poterci esprimere né diffondere la nostra Arte nelle forme tradizionali. E’ proprio da questo periodo, infatti, che nasce l’idea di portare il Teatro nelle vostre case: a portata di click.

Come fare?

Contattaci tramite i nostri Social e consulta la nostra programmazione digitale. Dopo la scelta sarà consegnato un link privato dove sarà possibile assistere allo spettacolo comodamente da casa.

Il link al video sarà sempre attivo per un lungo periodo, non ha ore di scadenza. Naturalmente, in questo momento mostrare attraverso la rete i nostri spettacoli è l’unica possibilità che abbiamo per sostenerci con il nostro lavoro. Quindi, abbiamo immaginato che ogni persona pur potendo accedere in ogni momento al video, immagini con noi di entrare per gioco nel nostro Teatro, vedere lo spettacolo (anche cento volte) e poi, alla fine di ogni replica, contribuire al nostro “cappello virtuale” con un contributo totalmente volontario e libero, da un euro a dieci, a cento o più, secondo quanto sarà stato felice di quello che ha visto, proprio come avveniva nel passato in piazza.

“Ognuno secondo le sue capacità, a ognuno secondo i suoi bisogni”